Velocizzare in modo sorprendente l'avvio di windows

Oggi vi fornirò una guida su come velocizzare l'avvio di windows.

Non impiegherete più un minuto ad aspettare che windows si carichi completamente ma avrete un computer veloce come se fosse stato appena formattato.

Prima di iniziare la parte pratica di questa guida soffermiamoci un momento sul funzionamento dell'avvio di windows.

Quando accendi il computer, esso passa attraverso una serie di processi necessari al corretto funzionamento dello stesso, e questi possono essere schematizzati in:

  • Fase POST

La fase POST è quella fase in cui il bios della scheda madre si carica in memoria e controlla che ogni componente funzioni correttamente. Praticamente è la fase che si vede appena accendi il computer, dove ti chiede "Premi il tasto CANC per entrare nel bios" o qualcosa del genere.

  • Caricamento sistema operativo

Nella fase di caricamento del sistema operativo, questo carica i moduli principali per funzionare, nonchè i drivers, l'interfaccia grafica ed il kernel di windows. Questa fase si manifesta con il logo di windows con una barra di caricamento sotto.

  • Avvio di windows

Questa fase si ha dopo che inseriamo la password, quando compare il desktop e le icone. In questa fase il sistema operativo carica tutti i programmi impostati per avviarsi con windows, carica il desktop e le icone presenti in esso.

Noi andremo ad operare quasi totalmente sulla terza fase.

Nella terza fase il sistema carica i programmi che si avviano con windows, quindi tutti i software come Messenger, l'antivirus, il firewall, l'icona di WinZip vicino all'orologio ecc...

Ci sono alcuni programmi fondamentali che è bene non toccare (come l'antivirus), ma ce ne sono altri totalmente inutili il cui unico scopo è di vanificare l'utilità del super-processore e della super-scheda video che si ha acquistato proprio nella speranza che il computer vada come una scheggia. Con il passare del tempo è inevitabile che il computer accumuli programmi inutili all'avvio, quindi è bene ripetere la procedura descritta di seguito periodicamente.

Quindi abbiamo capito che per velocizzare il computer bisogna eliminare tutti quei programmi inutili che si avviano con windows. Bene, ma come si fa?

È bene suddividere i programmi all'avvio in semplici applicazioni e servizi. I servizi, a differenza delle semplici applicazioni, si chiamano in questo modo perchè non interagiscono con l'utente, quindi tu non li vedi, ma loro ci sono lo stesso e funzionano di nascosto.

Ora, per sfoltire l'elenco di avvio, cliccare su Start, Esegui e digitare nella casella comparsa msconfig.

Si aprirà una finestra come questa:

Ora bisogna cliccare sulla linguetta Avvio.

Nella schermata che si aprirà ci sarannò tante scritte con una casella spuntata a fianco. Questi sono i programmi semplici che si caricano all'avvio.

Ora,bisogna togliere la crocetta dal quadratino a tutti i programmi inutili che non si desiderano all'avvio. Esempi di programmi inutili possono essere WinZip Quick pick, Google updater ecc...

State però attenti a non togliere la spunta dal vostro antivirus, quindi a voci che contengono il nome del vostro antivirus, anche abbreviato, come AVG, Kaspersky, Bit Defender (molte volte abbreviato con BD), ecc...

La difficoltà sta nello scegliere quali sono i programmi inutili.

Ora cliccate sulla linguetta Servizi, e nella finestra che comparirà mettere la spunta su Nascondi tutti i servizi microsoft, e qui, come nella schermata precedente, togliere la spunta dai servizi inutili.

A questo punto avete completato buona parte del lavoro, ma manca ancora un elemento sul quale soffermarsi: le icone del desktop.

Windows impiega molto tempo per caricare le icone del desktop, quindi evita di intasarlo di file e collegamenti, preferendo cartelle come Documenti, ecc...

Se il vostro desktop è pieno di icone, allora la soluzione è di spostare queste icone in cartelle (ad esempio crea una cartella Collegamenti per tutti i collegamenti, una cartella Programmi per i programmi ecc...) oppure di eliminarle.

Fatto questo, avete concluso il lavoro, ed il vostro computer vi ringrazierà (anche i vostri nervi).

Paolo Infante.

Abbiamo 9 visitatori e nessun utente online